Vieni ad attiv…ARTI nella stanza dei disegnatori

Sul sito mariannabalducci.it puoi vedere tutti i disegni di questo allestimento

È già accaduto che io e l’amico-collega Roberto Grassilli ci cimentassimo in performance più o meno improvvisate di disegno incrociato, ma questa volta le cose sono andate un po’ diversamente. Per spiegarlo, lo abbiamo definito “disegno a 4 mani”, ma forse non è nemmeno la definizione giusta dal momento che, agli occhi dei visitatori dello spazio che abbiamo allestito in occasione dell’evento “Sharing Rimini”, la mano pareva una sola (e questa è stata una piccola goduriosa conquista). Per la prima volta abbiamo disegnato “insieme”, ovvero realizzato un set di immagini in cui ciascuno di noi ha contribuito dall’ideazione della bozza all’inchiostrazione finale (con l’ausilio del digitale che entrambi padroneggiamo ed esercitiamo quotidianamente). Non c’è un modo solo per individuare un percorso di progettazione partecipata nel disegno (il mondo del fumetto è pieno di persone che lavorano in team sullo stesso progetto, così quello dell’animazione); nel nostro caso è stato bello non darci un ruolo distinto (tu fai lo schizzo, io inchiostro il definitivo) ma continuare a maneggiare le tavole fin dal loro stadio embrionale per arrivare a un risultato che vivesse di vita propria, svincolato dal segno che generalmente ci contraddistingue.

Perciò, chi ha fatto cosa? Non c’è una risposta univoca ed è bello così. È stato come suonare in una band in cui alla fine non serve a molto specificare chi ha fatto l’arrangiamento, chi ha suonato l’assolo, chi ha scritto le parole perché è la miscela di tutto questo che permette al pezzo di esistere. Concretamente? Brain storming e tanta comunicazione fra noi, bozze su bozze buttate giù rapidamente per poi essere messe insieme privilegiando le idee più funzionali e la composizione più equilibrata, una prima mano di inchiostrazione digitale dell’una poi condita e rielaborata con l’ausilio di mezzi toni e dettagli dell’altro, passaggi incrociati, pazienza, rispetto reciproco e sicuramente una buona intesa (non solo personale, ma soprattutto a livello di immaginario condiviso).

Il progetto.

abstract-progetto-4

In questo caso specifico, ci è stato chiesto di allestire una stanza del museo della città di Rimini (ala moderna) in cui si sarebbe tenuto un grande open day dedicato alla presentazione del progetto “Sharing Rimini. Laboratorio Aperto”. Chi vuole saperne di più e seguire gli ulteriori sviluppi di questo progetto del Comune di Rimini può tenere d’occhio il sito dedicato.

Abbiamo perciò costruito il nostro set di immagini a partire dal concept, rispettando un paio di linee guida date. È nato così il percorso “Creative set. Vieni ad attiv…arti!”, una riflessione semiseria sul modo in cui nascono le idee e sul ruolo creativo che ciascuno di noi può ricoprire negli scenari protagonisti del nostro tempo della sharing economy e dell’innovazione sostenibile.

L’allestimento: 3 postazioni.

Nella prima postazione la seduta ti permette di accomodarti nel disegno: è la prima tappa in cui ascoltiamo perché sei venuto a trovarci e qual è la tua propensione all’interno del laboratorio aperto che stai visitando. Una volta capito chi sei, sei pronto a confermarlo posizionandoti davanti al profilo che più ti corrisponde (postazione 2: degli ironici super eroi molto sul pezzo), a quel punto un selfie per vedere come ti stanno i panni del tuo eroe preferito è d’obbligo! La postazione 3 è quella in cui la scintilla delle idee deve accendersi e, a discapito delle dicerie sul lavoro intellettuale, qui si pedala sul serio: il carburante lo hai accumulato, adesso bisogna salire a bordo e farsi una bella sgambata perché, senza convinzione, le idee non si illuminano mai sul serio 😉

L’esperimento è solo al primo stadio e sarà bello avere di nuovo occasione di lavorare assieme in questo modo. Fa parte di questo allestimento una lampada molto speciale: un pezzo unico di design del riuso realizzato da Fethi Atakol a partire da un vecchio termosifone, animata dalle pedalate della postazione bici che invece viene dall’azienda bolognese bicigeneratori.it

Sul sito mariannabalducci.it puoi vedere tutti i disegni di questo allestimento

One thought on “Vieni ad attiv…ARTI nella stanza dei disegnatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...