10 lezioni di disegno. Un omaggio a Enzo Mari per Lucca Junior 2016

È difficile?… è difficilissimo! Ma cos’altro? Buona fortuna! – Enzo Mari

Is it difficult?… It’s very difficult! But what else? Good luck! – Enzo Mari

Dopo la bella sorpresa di vedere la mia illustrazione selezionata lo scorso anno nell’ambito del concorso Lucca Junior (Lucca Comics & Games, il tema era “Strumenti di viaggio” e la tavola la trovate qui), non avevo pensato a una seconda chance. Poi però è successo che il tema dell’edizione 2016 mi ha chiamata, ha risvegliato un’idea latente dandole la spinta per trovare la sua strada e alla fine ci ho riprovato con un disegno che è uscito rapido e fluido proprio come il “disegno corsivo” di Enzo Mari, protagonista di questo omaggio. In realtà la progettazione è stata lunga e fatta di tempi frammentati e diluiti da quando per la prima volta ho conosciuto questo grande designer e i suoi scritti. Ma poi l’esecuzione è partita inaspettatamente come un flusso spontaneo dove, anzi, le “pause opportune” sono servite per contenere e preservare gli equilibri più che per inventare e generosamente riversare segni sul foglio.

Il tema del concorso era “10 come…” in occasione della decima edizione di Lucca Junior. Il mio contributo va alle 10 lezioni di disegno di Enzo Mari di cui, qui di seguito, vi scrivo qualcosina e vi mostro anche in versione inglese, per gli amici e colleghi che me l’hanno chiesto. Grazie a Lucca Junior per avermi nuovamente dato fiducia. Grazie a Enzo Mari e a chi me l’ha messo sotto il naso tempo fa.

10 lezioni di disegno. Un omaggio a Enzo Mari

Fotografia, disegno a matita e digitale

Dalle 10 lezioni pubblicate su “Abitare”, un omaggio a questa esplorazione appassionata del disegno come strumento di progettazione dello spazio e riappropriazione consapevole della propria immaginazione. Per Mari disegnare è pensare con le mani, così è stato spesso anche per me e così mi esercito a fare, per migliorarmi sempre. Si parte perciò dagli strumenti essenziali del disegnatore (la matita, le gomme, il temperino, la carta, la squadra). Si rincorrono sul foglio i promemoria estrapolati dagli insegnamenti di Mari, a comporre questa specie di mappa, infografica, vademecum da disegnatori o aspiranti tali. Ci si esercita, si gioca, senza trascurare anche ogni tanto una “pausa opportuna” (dove si cela un omaggio nell’omaggio, piccolo palloncino rosso pensando a quanto devo non solo a questo autore ma anche alla sua Iela, autrice meravigliosa).

“10 lezioni di disegno” è la raccolta delle lezioni del designer italiano Enzo Mari che si concentrano sull’origine di un progetto e sui processi che si innescano attraverso la pratica del disegnare. Le 10 lezioni sono scritte a mano in corsivo e sono piene di schizzi per la necessità di individuare un linguaggio accessibile anche agli occhi di molti studenti stranieri, studenti ai quali Mari si ritrovò a parlare nella classe di Stefano Boeri (che lo aveva appunto convocato) al Politecnico di Design di Milano. Con questo “esperanto della grafite”, Mari annulla le distanze e affronta tematiche complesse utili a chi diventerà architetto, designer, ma in generale anche a chiunque voglia riscoprire il disegno come strumento consapevole di ricerca e progettazione. Successivamente, Boeri pubblicò le lezioni sul magazine “Abitare” (2007-2008), mentre la raccolta è un’edizione a cura di Rizzoli (2008).

“10 drawing lessons” is a collection of the 10 lessons by Enzo Mari (a famous italian designer) explaining the origin of a project and what processes start in your mind while you’re drawing something you want to realize. Mari’s lessons are handwritten and full of sketches because he needed to communicate easily with students from different parts of the world (at the design school in Milan). The lessons are expecially usefull for achitects, designers but also for anyone who wants to discover drawing as an instrument of awareness and research. They are universal.

Then, the 10 drawing lessons where published on the italian magazine “Abitare” (2007-2008) and collected in a book (Rizzoli edition, 2008).

I realized a tribute to this passionate exploration of drawing as a design tool and reappropriation of our own imagination. When you’re drawing, you’re learning how to “think with hands”. So I started from the essential tools (the pencil, the rubber, the pencil sharpener, the paper, the set square) to compose this kind of map or infographics for designers or aspiring illustrators. You practice, you play, with occasionally an “appropriate break” (where there’s an additional homage, a small red balloon thinking of Iela Mari, Mari’s wife, an amazing children-book authoress, who wrote the book “The red balloon”).

Questo disegno è anche sul mio sito: mariannabalducci.it

english-version150dpi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...