Anna Magnani

 

Mi sono chiesta molte volte cosa rappresentasse Anna Magnani nel mio immaginario, cosa ci avesse portato dentro con i suoi personaggi e le storie che ha raccontato. Credo mi abbia lasciato graffi e passione e per lei provo tanta ammirazione, per quel suo sguardo pieno di coraggio e di intensa partecipazione, sempre apparentemente ombroso ma, allo stesso tempo, pieno di luce.

Anna Magnani (Roma, 7 marzo 1908 – Roma, 26 settembre 1973)

Schizzo a penna biro.

 

Pina : Ma quando finirà? Ci so’ dei momenti che non ne posso più. St’inverno sembra che non debba finire mai.

Francesco : Finirà Pina, finirà. E tornerà pure la primavera e sarà più bella delle altre perchè saremo liberi. Bisogna crederlo. Bisogna volerlo. Vedi, io queste cose le so, le sento, ma non te le so spiegare. […] Forse la strada sarà un po’ lunga e difficile, ma arriveremo e lo vedremo un mondo migliore, e lo vedranno soprattutto i nostri figli, Marcello, e lui, quello che aspettiamo. Per questo non devi avere paura, mai Pina. Qualunque cosa succeda. Vero?

Pina : Sì, Francesco. Ma io non ho paura. Mai.

 

[Roma città aperta, Roberto Rossellini, 1945]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...